Test di Coombs

Il test di Coombs è un esame di screening che serve per evidenziare nel sangue della futura mamma la presenza e la concentrazione di anticorpi diretti contro i globuli rossi del feto, i quali sono presenti se i gruppi sanguigni dei due genitori non sono compatibili (mamma Rh+ e papà Rh-).
Nel caso in cui la mamma sia Rh- e il papà Rh+, è probabile che il feto erediti dal padre il suo gruppo sanguigno, che possieda cioè il fattore Rh, una proteina (antigene D) localizzata sulla superficie dei globuli rossi.
In questo caso il sistema immunitario della mamma riconosce come estraneo l’antigene D assente nel sangue materno e lo attacca determinando la distruzione dei globuli rossi del feto.
Questa situazione non si presenta se entrambi i genitori sono Rh negativi ( perché anche il feto sarà Rh-) o se la mamma è Rh+ ( perché la proteina D presente sugli eritrociti del feto è la stessa che possiede la mamma).
E’ quindi fondamentale prescrivere il test di Coombs nel caso in cui la mamma sia Rh-: l’esame va eseguito nel primo trimestre di gravidanza e deve essere ripetuto a cadenza mensile tenendo monitorata la concentrazione degli anticorpi materni.
Nella donna con fattore Rh+ l’esame viene generalmente prescritto soltanto nell’ultimo trimestre di gravidanza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>