Cirrosi epatica

La cirrosi è una malattia cronica del fegato dovuta ad un processo infiammatorio che porta alla trasformazione dell’organo in tessuto fibroso.

Il fegato modifica in maniera irreversibile la propria architettura: i processi di riparazione che si attivano spontaneamente in risposta all’infiammazione determinano la formazione di tessuto cicatriziale (tessuto fibroso) che si sostituisce a quello sano e porta ad una progressiva perdita di funzione dell’organo.

Le cause di cirrosi sono molteplici:

  • Epatite virale cronica (causata dai virus dell’epatite B e dell’epatite C)
  • Abuso di alcool
  • Malattie autoimmuni (epatite autoimmune, colangite sclerosante, cirrosi biliare primitiva)
  • Disordini metabolici (Morbo di Wilson, emocromatosi primitiva, glicogenosi…)
  • Malattie congenite delle vie biliari
  • Malattie vascolari (malattia Veno-Occlusiva, Malattia di Budd-Chiari)

Nei paesi occidentali lo sviluppo di cirrosi è legato principalmente a infezione da epatite c o da epatite b e a situazioni di alcolismo.

Il trapianto d’organo rappresenta ad oggi l’unica terapia risolutiva per i pazienti con cirrosi epatica.

Laddove non sia possibile procedere in questo senso, è prevista una terapia farmacologica mirata a rallentare l’evoluzione della malattia, generalmente associata a indicazioni precise relative all’alimentazione e allo stile di vita da seguire.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>