Crioconservazione

La crioconservazione è quel processo che permette di “congelare” campioni biologici di varia natura (cellule o parti di tessuto) mantenendo inalterate le loro caratteristiche.
Per poter effettuare la crioconservazione si utilizzano particolari strumenti all’interno dei quali il campione subisce un abbassamento progressivo di temperatura: grazie ad una erogazione continua di azoto all’interno della camera di congelamento il campione passa da una temperatura iniziale  di 4°C ad una temperatura finale di -160°C circa.
Al termine del processo di congelamento il campione viene trasferito all’interno di criocontenitori in grado di mantenere una temperatura costante di -196°C; questa condizione garantisce il perfetto mantenimento delle caratteristiche morfologiche e delle funzioni del materiale congelato e ne permette l’eventuale futuro utilizzo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>